Monumento dedicato a Cervantes in piazza di Spagna nella città di Madrid

Monumento dedicato a Cervantes in piazza di Spagna a MadridMonumento dedicato a Cervantes in piazza di Spagna a Madrid
Statue di Don Chisciotte e Sancho Panza ai piedi del monumento dedicato a Cervantes in piazza di Spagna a Madrid

Statue di Don Chisciotte e Sancho Panza ai piedi del monumento dedicato a Cervantes in piazza di Spagna a Madrid

Per chi ama la lingua e la cultura spagnola e si reca in visita a Madrid non può mancare una visita all’imponente e spettacolare monumento dedicato a Miguel de Cervantes Saavedra, drammaturgo, scrittore e romanziere spagnolo, autore del romanzo Don Chisciotte della Mancia, uno dei maggiori capolavori della letteratura spagnola e mondiale di tutti i tempi

Per chi non ha mai visitato la città di Madrid e giunge dalla Gran Via il monumento eretto in memoria di Cervantes appare nella sua imponenza (Altezza 22 m e larghezza 17 m) presso i giardini della maestosa e famosa piazza di Spagna.

L’idea e la realizzazione parziale di questa stupenda piazza vennero effettuati dagli architetti Rafael Martínez Zapatero e Pedro Muguruza nel 1928 per omaggiare il geniale scrittore Miguel Cervantes in occasione della ricorrenza dell’anniversario dei trecento anni dalla sua morte.

Lo scultore delle statue è, invece, Lorenzo Coullaut Valera.

Statua di Cervantes sul monumento realizzato in piazza di Spagna a Madrid

Statua di Cervantes sul monumento realizzato in piazza di Spagna a Madrid

Le principali sculture che si possono vedere intorno al monumento in piazza di Spagna sono:

  • Sculture di Don Chisciotte e Sancho Panza;
  • Scultura di Dulcinea del Toboso;
  • Scultura dei cinque continenti che leggono Don Chisciotte della Mancia;
  • Scultura di Rinconete e Cortadillo;
  • Scultura La Gitanilla (La Zingarella);
  • Scultura dell’allegoria al Misticismo;
  • Scultura dell’allegoria della Letteratura;
  • Scultura dell’allegoria al Valore militare.

I lavori di realizzazione di piazza di Spagna vennero sospesi durante la guerra civile spagnola per essere ripresi ed ultimati dal figlio dello scultore Federico Coullaut dopo la fine della guerra.

Il monumento è stato inaugurato il 13 di ottobre del 1939.